Battle of Osgiliath: recensione

Tu / non puoi / POSTARE! Anzi, si, fa pure.
Post Reply
User avatar
gianni
Unstoppable Wargamer
Posts: 2961
Joined: 31 Mar 2015, 12:27

Battle of Osgiliath: recensione

Post by gianni »

Con uno sconto del solito 25% ho fatto mio questo starter. Ma perché, direte voi, perché un giocatore storico come te Gianni dovrebbe comprare uno starter con diversa roba vecchia dentro? Adesso ve lo spiego.

Anzitutto a mia discolpa non ho acqusitato né lo starter de Lo Hobbit (e avrei dovuto avendo poi acquistato a pezzi tutto in contenuto) né il Pelennor Fields essendo passato direttamente a comprare i manuali della nuova edizione. Detto questo qual'è il contentuto della scatola? Presto detto:
- i nuovi Faramir, Damrod e Madril
- 12 ranger
- 12 guerrieri di MT
- nuovo Gothmog a piedi e in arcione
- troll
- 24 orchi del morannon
- 4 nuovi sprue di scenici di rovine di Osgiliath
- 12 dadi
- segnalini
- libretto con scenari dedicati
- NUOVO MANUALE AGGIORNATO :inlove:

Come vedete GW non ci pensa nemmeno a mettere mano alle vecchie miniature della truppa in plastica (anche perché se lo fa vanno direttamente prodotte da FW e proposte a prezzi davvero convenienti rispetto al costo di un diamante) ma se non altro ci "regala" diversi nuovi eroi di questo materiale, in linea con quanto fatto anche negli anni passati.

Quindi com'è questo scatolone??? Bello bello e vi dico perché: anzitutto gli eroi, tutti molto belli nella nuova proposta in plastica.

Poi il nuovo manuale, aggiornato e PER FORTUNA non modificato nelle regole, che in questa veste diventa ancor a maggior ragione il regolamento più bello, consistente e coerente che GW ha in catalogo.

Gli scenici sono super modulari e bellissimi, credo che sia possibile creare anche edifici non distrutti col giusto numero di kit (un po' com'era possibile creare edifici di grosse dimensioni con i kit delle case di Rohan) anche se questa cosa la devo verificare.

È conventiente. Facendo i conti della serva ci sono 3 eroi del bene in plastica (almeno 35 euro venduti singoli - sono su sprue unico), Gothmog a predi e in arcione (metti altri 35) 2 scatole di scenici (non costeranno come quello di Dol Guldur ma credo nemmeno come le casette di Rohan) e stiamo bassi mettiamo 40 euro anche quelli, manuale 45 euro siamo già a 190 euro a prezzo pieno e non ho contato la truppa (48 miniature) e i dadi.

Poi è più rispettoso delle regole rispetto al Pelennor. Qui hai 3 eroi del bene che possono guidare le due bande disponibili. Per il male c'è Gothmog e volendo si può usare il troll per farci un Capo Troll così giochi le due bande regolarmente guidate da un eroe anche in quel caso. Nel Pelennor avevi 2 max 3 eroi sempre col troll e non potevi schierare bande rispettose del regolamento in caso di matched play.

A me poi personalmente serviva tutto a parte i 24 morannon. I guerrieri di MT per rimpolpare le fila del mio esercito de La Guerra dell'Anello, i ranger da colorare coi colori dei feudi per farci quelli di Radice nera, il troll per farci un modello con tamburi che ancora non ho messo assieme ed ovviamente i nuovi eroi da utilizzare al posto di quelli vecchi.

Insomma io sono piuttosto soddisfatto dell'acquisto come un po' tutti quelli che lo hanno preso e con cui ho parlato. Quella di GW mi pare così una proposta abbastanza onesta anche dal punto di vista economico (a 120 euro almeno) quindi fate come me, accattatevillo (non so come si scrive, chiedo scusa ad eventiali lettori partenopei).
Post Reply