Intervista a Fireforge

Sezione generale per parlare della FireForge Games ed in particolare dei prodotti creati per altri giochi
User avatar
cultistapazzo
Unstoppable Wargamer
Posts: 1952
Joined: 7 Oct 2011, 16:33
Location: Torino

Re: Intervista a Fireforge

Post by cultistapazzo » 21 Dec 2018, 16:53

Saint of Killers wrote:
21 Dec 2018, 16:03
cultistapazzo wrote:
21 Dec 2018, 15:28

si anche perchè se è vero che nel 2020 esce la nuova edizione di kow bisognerà correre ai ripari e trovare alternative quanto prima
mi sa che hai gia' perso la fede in Conquest :cry:
beh il fatto che la scala sia diversa mi ha fatto un pò cadere le palle

il fatto che poi sembri un warpath fantasy di sicuro non ha aiutato

ad ogni modo mai dire mai :geek:
Saint of Killers wrote:ci troviamo daccordo, per me il BG in un gioco e' un po' come la trama nei porno...


User avatar
Baldovino I
Global Moderator
Posts: 4016
Joined: 21 Dec 2011, 18:00
Location: Belgio

Re: Intervista a Fireforge

Post by Baldovino I » 21 Dec 2018, 20:27

Con un po’ di ritardo sul previsto (soprattutto la mia uscita dall’ufficio)...
http://news.wargamesforum.it/2018/12/in ... forge-3-3/

gianni
Power Wargamer
Posts: 1465
Joined: 31 Mar 2015, 12:27

Re: Intervista a Fireforge

Post by gianni » 22 Dec 2018, 1:16

Lavorone Baldo. Lavorone.
Davvero interessante, soprattutto scoprire dove progettano, stampano, distribuiscono ecc.
Non sapevo che Deus Vult fosse una cooperazione con Cavatore.
Incredibile che le fiere siano così costose in Italia.

User avatar
Saint of Killers
Global Moderator
Posts: 4400
Joined: 16 Feb 2011, 13:53
Contact:

Re: Intervista a Fireforge

Post by Saint of Killers » 22 Dec 2018, 13:56

si, e' stata un ottima idea fare l'intervista
bravo baldo :y:
| a questo link army builder online per Kings of War II ed |
| a questo link army builder online per Deadzone |

User avatar
Baldovino I
Global Moderator
Posts: 4016
Joined: 21 Dec 2011, 18:00
Location: Belgio

Re: Intervista a Fireforge

Post by Baldovino I » 23 Dec 2018, 21:46

I ringraziamenti vanno soprattutto a Lord Ekard, gentilissimo e disponibilissimo. Per svelare qualche “dietro-le-quinte”, gli ho mandato una prima versione a cui mi ha risposto molto velocemente. Poi ho iniziato a strutturare un po’ meglio il tutto e inserito nuove domande. Fin qui tutto secondo quanto concordato. Però dopo il secondo giro e la rilettura, mi sono venute in mente nuove curiosità! Ancora una volta esaudite senza battere ciglio. E c’è stato persino un quarto giro...
Insomma, il nostro grazie più sentito deve veramente andare a lui.

User avatar
Baldovino I
Global Moderator
Posts: 4016
Joined: 21 Dec 2011, 18:00
Location: Belgio

Re: Intervista a Fireforge

Post by Baldovino I » 26 Dec 2018, 12:47

Iniziamo a ragionare un po’ sui contenuti dell’intervista?
Quali sono i passaggi che vi hanno maggiormente colpiti?
Io, per iniziare, ne sottolineo due: come individuano gli artisti per gli artwork (e il relativo processo creativo) e le considerazioni sulla brexit. Sinceramente non avevo minimamente preso in considerazione quel punto di vista! Il fatto che il mercato inglese sia talmente importante che una eventuale perdita d’acquisto importante dei sudditi di sua maestà preoccupi tutti gli operatori del settore.
A voi la palla per le vostre considerazioni.

Post Reply