The Dark Pictures Anthology [recensione]

Discutete qui dei vostri videogiochi preferiti!
Post Reply
User avatar
Saint of Killers
Global Moderator
Posts: 6460
Joined: 16 Feb 2011, 13:53
Contact:

The Dark Pictures Anthology [recensione]

Post by Saint of Killers »

continuo le mie recensioni non richieste parlando di due giochi in un colpo solo:
The Dark Pictures Anthology: Man of Medan
The Dark Pictures Anthology: Little Hope
dato che hanno una struttura molto simile parlo delle cose in comune e metto alla fine due note specifiche.

Si tratta di avventure "alla giochi che faceva telltale games" in cui il giocatore deve cercare di salvare la pelle ad un gruppo di persone esplorando degli ambienti, scegliendo le opzioni giuste nei dialoghi e facendo una tonnellata di quick time evens in cui bisogna premere un tastino entro un tempo limite.

Come dicevo sopra entrambe i giochi hanno una stessa struttura, in generale: un gruppo di persone si trova in una situazione con risvolti paranormali e giocando come i vari personaggi bisogna navigare un ambiente, trovare indizi e risolvere un mistero. In base alle scelte si arriva a diversi finali, quello migliore in cui tutti sopravvivono o varianti in cui un certo numero (o tutti) i personaggi muoiono orribilmente.

Si tratta di giochi abbastanza brevi quindi sconsiglio di comprarli a prezzo pieno (io li ho giocati dato che erano parte dei giochi offerti con playstation+) ed in entrambe i casi la ri giocabilita' e' quasi nulla a meno che non volete vedere i vari finali. Ottenere il finale migliore e' stato abbastanza facile in entrambe i casi quindi personalmente non mi interessa piu' di tanto giocarci di nuovo per fare errori intenzionali vedendo chi ci resta secco...

Tecnicamente sono ben fatti, le animazioni ed il motion capture non sono eccellenti ma sono cmq molto buone e non distraggono dalla storia. Ad esempio o giocato alla demo di "the quarry" fatto dagli stessi tizi e anche se visivamente migliore ho trovato le animazioni facciali abbastanza distraenti.

Non rivelo troppo della trama ma in entrambe i casi si ha a che fare con qualcosa che non e' come sembra, ed il gioco prova in maniera insistente a portare il giocatore ad una conclusione errata, a livello che in certi punti quando si puo' iniziare ad usare opzioni di dialogo sensate in base a come si sviluppa il mistero altri personaggi hanno delle reazioni esagerate e chiedono al giocatore se e' davvero davvero quello che vogliono fare :drunk:

Durante il gioco ci sono anche segreti (indizi) da cercare esplorando i vari ambienti ma non dicono molto, sono piu' che altro approfondimenti sul background. Ci sono anche dei "presentimenti" che mostrano cose che potrebbero capitare in seguito, sono pero' privi di contesto quindi non aiutano a scegliere un opzione invece che un altra. In entrambe i casi sembra un qualcosa aggiunto per rendere il gioco piu' lungo e non tanto per dare un po' di profondita' extra alla storia.


The Dark Pictures Anthology: Man of Medan
E' forse quello peggiore dei due, verso meta' del gioco si capisce chiaramente che aria tira quindi e' difficile immedesimarsi nei personaggi che sembrano ancora abbastanza persi nella trama a quel punto.
Anche il finale e' abbastanza sciocco dato che anche avendo il finale migliore uno dei personaggi finisce nei guai comunque in modo molto stupido, roba che poteva essere evitata con una telefonata o usando la radio.

The Dark Pictures Anthology: Little Hope
Ha una trama nettamente piu' intricata del precedente (dato che la storia viene raccontata in tre periodi storici diversi) ed anche se si capisce abbastanza facilmente quale sia il mistero al centro del gioco mi ha fatto piacere trovare un colpo di scena alla fine che non avevo intuito al 100%.

Soprattutto in questo ho notato che il gioco prova in maniera insistente a sviare il giocatore non fornendo indizi che possono confondere il giocatore (sarebbe stato piu' elegante) ma usando i dialoghi degli altri personaggi in modo abbastanza sciocco. Tipo alla fine (momento chiave del gioco) scelgo l'opzione di dialogo che mi avrebbe portato a risolvere il mistero ed un'altro personaggio perde le staffe chiedendomi un paio di volte se e' davvero quello che voglio fare... se non fossi stato convinto al 100% avrei pensato che il gioco mi voleva aiutare (invece di ostacolarmi) ed avrei cambiato idea.
User avatar
Onibaba
Power Wargamer
Posts: 782
Joined: 28 Sep 2020, 16:34

Re: The Dark Pictures Anthology [recensione]

Post by Onibaba »

Ad un mio amico sono piaciuti, soprattutto il secondo, e stava approcciando il terzo
Deadzone Terza Edizione Army Builder: https://mantic.easyarmy.com/

La normalità è un'illusione. Ciò che è normale per il ragno è il caos per la mosca - Da quello che so la citazione è anonima - ma preferisco attribuirla a Morticia Addams
Post Reply