Avatars of Magic - Trama completa

Questa sezione è dedicata ai libri ed ai fumetti. Tra questi, come non citare il mitico Ratman ?!?
Post Reply
User avatar
Lord_Anyrion
Power Wargamer
Posts: 863
Joined: 3 Nov 2009, 21:24
Location: Lugano (SUI)/Torino (ITA)

Avatars of Magic - Trama completa

Post by Lord_Anyrion » 22 Jun 2012, 14:32

Ciao a tutti!
Come alcuni di voi ricorderanno, al contest letterario "Carta Bianca", uno stralcio del mio racconto riuscì ad aggiudicarsi i favori della critica ed il primo posto (orgogliosamente ricordato dal badge in firma!), racconto che potete trovare qui.
Promisi che presto avrei continuato l'opera... beh, è quello che ho fatto in un certo senso, purtroppo le idee si sono messe di loro iniziativa e così quello che era preventivato com lunghezza si è decuplicato! Sono andato avanti, ma credo che la storia completa la si vedrà tra una decina di anni, con questo ritmo.
Ma per non deludere coloro ai quali il racconto era piaciuto e che avrebbero voluto sapere di più sulla trama, ecco a voi che ho finalmente completato la traccia definitiva della sceneggiatura, non nei minimi dettagli e sfumature, ma utile per proseguire la scrittura e far conoscere la trama a chi interessasse!

Probabilmente spoilererò tutto da qui in poi, quindi se - colmi di fiducia nel sottoscritto - tra un paio di lustri vorrete acquistare i libri (ne sono usciti 3 dallo sviluppo della trama!) e leggerli, non proseguite (o anche sì! :rofl:).
Se invece vi va di scoprire la trama, eccola di seguito.
Fatemi sapere cosa ne pensate. ;)

----------------------------------------------------



LIBRO I
Cuore di Tenebra e Morgir cercano tracce della Maga della Luce. Gli scontri tra i due ritardano il ritrovamento di Lythande.
Intanto Veranion e Hagran continuano vanamente le ricerche sugli Avatar. Dato il poco successo, si confrontano con Teclis, il quale li informa degli sviluppi e decide di mandarli all'azione. Intanto Lythande si scontra con Morgir, riuscendo però ad immobilizzarla. Interviene Cuore di Tenebra, che da dimostrazione della sua forza, ma la situazione viene interrotta dall'arrivo di Veranion e Hagran, che traggono in salvo Lythande, mentre Cuore di Tenebra afferra Morgir e fugge.
Un'altro Avatar, il giovane Azargoth, rende palese il proprio potere mettendolo in mostra mentre assieme allo zio respinge l'attacco di una pattuglia di Orchi al suo villaggio. Lo zio Kyrub Vaard si rende conto del potere del ragazzo e lo incita all'addestramento ad un collegio della magia.
Veranion e Hagran istruiscono Lythande sulla vera forza in suo possesso, che lei a stento accetta, ma poi si mette a disposizione per combattere il nemico. Nel mentre, Cuore di Tenebra e Morgir fanno ritorno al santuario maledetto di Heinrich Kemmler, informandolo del fallimento. Il mezzelfo decide quindi, non senza accusare Morgir di aver mandato a monte i suoi piani, di avvisare il Capo, il Nano del Caos Bazhrak il Crudele.
Veranion, Hagran e Lythande partono alla ricerca di indizi del nemico: la giovane maga mostra tutta la sua intuizione quando scova un informatore in un villaggio che, messo alle strette con l'inganno da Lythande, rivela alcune importanti informazioni su un mezzelfo nerovestito. Intanto, proprio Cuore di Tenebra, è in viaggio per Zharr Naggrund, allo scopo di informare il Capo. Dopo un dialogo, il Capo stabilisce i nuovi obiettivi e fa presente a Cuore di Tenebra che non tollererà ulteriori fallimenti. Cuore di Tenebra si reca quindi alla ricerca degli ultimi Avatar.
Veranion prosegue i suoi studi, e capisce dallo stato di alcuni boschi del vecchio mondo che lo scontro si avvicina e che non sono molto distanti dall'individuare gli altri Avatar. Nel mentre Morgir stringe un'alleanza con un Signore dei Demoni, affinché li guidi ad un altro Avatar. Presto, viene localizzato all'interno di un folto branco di Uominibestia, un potente sciamano Centigor, che risulta essere l'Avatar della Bestia.
Cuore di Tenebra e Morgir si incontrano, l'uno per dare importanti notizie all'altra. Cuore di Tenebra assegna a Morgir, sorpreso della sua iniziativa, i compito di localizzare l'Avatar della Bestia, senza però ancora agire. Egli invece, si occuperà di individuare l'altro Avatar, nel tentativo di portarsi in vantaggio sui nemici. Per un istante il mezzelfo è tentato dalla bellezza di Morgir, ma poi i due si allontanano.
Azargoth sta intanto preparandosi alla partenza verso ad un collegio del fuoco, dove imparerà a dominare le sue capacità. Mentre lui e lo zio sono in viaggio e alloggiano in una taverna, Cuore di Tenebra li raggiunge. Egli uccide diversi ospiti e guardie, mettendo in mostra i suoi poteri. Ingaggia uno scontro con Kyrub Vaard, aiutato da Azargoth, che però rischia di incendiare tutto il complesso abitato. Cuore di Tenebra si ritira, sperando in una nuova occasione.
Hagran, i giorni successivi, attirato dalle voci dell'attacco di un assassino nerovestito ad un giovane mago del fuoco, localizza Kyrub Vaard e Azargoth. Dopo aver riscontrato nel ragazzo l'Avatar della Fiamma, egli si incarica di spiegare loro tutto e di convincerli a non andare al collegio della magia, ma di condurli da Veranion. I due accettano.
Morgir, evocando un'intera schiera demoniaca, si prepara a distruggere la scorta Bestiale dell'Avatar per portarlo dalla propria parte. Heinrich Kemmler, intanto, ha completato il risveglio di Krell, e assieme a lui si lancia lancia alla caccia di Ranu, l'Avatar della Vita, non ancora allineatosi al bene, con l'intenzione di ucciderlo.
Hagran intanto scorta Azargoth e lo zio da Veranion, che stava addestrando Lythande. Egli riconosce nel ragazzo l'Avatar della Fiamma, e accetta di addestrare anche lui, mentre chiede ad Hagran di indagare sulle potenti correnti magiche avvezza che sente provenire dai boschi.
Kemmler e Krell, con l'aiuto di numerosi scheletri evocati, raggiungono una minuscola ma potente foresta incantata antichissima, dimora d'esilio di Ranu, il Tessincantesimi Elfo Silvano. I due ingaggiano un potente scontro, scatenando le forze della vita e della morte l'uno contro l'altro, ma alla fine è Ranu che prevale, riuscendo a scappare dalla morsa infernale di Kemmler, che ha paranoicamente distrutto la foresta.
Azargoth e Lythande proseguono l'addestramento con Veranion, e il ragazzo si innamora della bella maga della Luce, solo pochi anni più grande di lui. Segretamente giura che ne usciranno vivi e che la sposerà.
Ormai impaziente, Morgir attacca, e si ingaggia una grande battaglia tra gli Uominibestia e i Demoni. Hagran interviene, come anche Cuore di Tenebra. Lo scontro infuria per parecchio tempo.
Veranion percepisce che ormai lo scontro ha bisogno di loro, e assieme a Lythande e Azargoth raggiunge la battaglia.
Durante la Battaglia degli Zoccoli, avviene il seguente:
- Cuore di Tenebra ingaggia uno scontro con Lythande e Veranion, risultando all'altezza di entrambi. Dopo aver ferito e stordito Veranion, il mezzelfo batte sonoramente la Maga della Luce, lasciandola sanguinante sul suolo.
- Morgir distrugge l'armata di Uominibestia del Centigor Gorthorok il Selvaggio, e questi si inchina alla sua nuova padrona. Hagran ingaggia un duello magico con l'Elfa Oscura, scatenando forze immense. Nello scontro perde un occhio, ma riesce ad uccidere Morgir, alla fine e a sfuggire a Gorthorok.
- Kyrub Vaard interviene, cercando di uccidere Cuore di Tenebra, ma viene terribilmente ferito dal mezzelfo, mentre Azargoth è paralizzato dal terrore nel vedere Lythande a terra, sanguinante e in gravi condizioni, e il mezzelfo lo schernisce. Veranion si riprende in tempo per contrastare Cuore di Tenebra e costringerlo stavolta a ritirarsi.
- Ranu giunge in tempo per bandire, con l'aiuto di uno stravolto Veranion, l'armata Demoniaca.
Le forze del bene si ritirano ad Ulthuan, dove Veranion medica l'occhio perduto da Hagran e le ferite di Lythande e Kyrub Vaard. Ranu raggiunge Ulthuan per parlare in privato con Teclis.
Cuore di Tenebra intrattiene una lunga conversazione con Gorthorok, guadagnandosi di fatto la fiducia del Centigor. Kemmler arriva, troppo in ritardo per partecipare allo scontro, ma in tempo per mettere le mani sulle spoglie di Morgir, con l'intenzione di farne un famiglio come lo stesso Krell, ma Cuore di Tenebra glielo impedisce, dicendo che Morgir ha superato ogni aspettativa, e che merita una morte con riposo. I tre partono per la volta di Zharr Naggrund, per incontrare e ricevere istruzioni da Bazhrak il Crudele, il Capo.

Fine del Libro I


LIBRO II
Azargoth ribolle d'ira per non essere stato in grado di aiutare Lythande e decide di allenarsi durissimamente per vendicarsi di Cuore di Tenebra. Intanto, Ranu e Teclis hanno una lunga conversazione durante la quale pianificano le mosse successive dell'Alleanza.
Cuore di Tenebra, Kemmler e Gorthorok incontrano Bazhrak, il quale non è per nulla felice di aver perduto un Avatar, ma Cuore di Tenebra gli riferisce che comunque le forze del bene sono incerottate e vulnerabili e fornisce al Nano del Caos delle importanti indicazioni su un antico artefatto di Nagash, il Globo d'Ossidiana, ovvero un oggetto in grado di assorbire l'essenza di un Avatar e di riutilizzarla per i propri scopi. Bazhrak dimentica quindi presto la sconfitta, ed incarica Cuore di Tenebra e Kemmler di mettersi alla ricerca del manufatto, e a Kemmler in particolare il compito di studiare e ricercare sui libri informazioni su esso. Gorthorok viene quindi interrogato sulla possibilità di radunare un altro esercito di Uominibestia, ed egli risponde che in quanto Avatar della Bestia, può comandare con la sola forza di volontà qualsiasi creatura bestiale, e che quindi ci impiegherà poco a radunare una nuova orda di mostruosità urlanti. Prima di congedarli, Bazhrak comanda comunque a Cuore di Tenebra che è tempo di radunare la Fratellanza segreta degli assassini, un concilio formato dai migliori assassini del mondo di cui il mezzelfo è membro.
Azargoth, intanto, ha affrontato dure settimane di allenamento nella Torre di Hoeth, e si ritene pronto per sfidare Cuore di Tenebra. Non facendo parola con nessuno, nemmeno suo zio ancora costretto a letto dalle ferite, parte alla ricerca del mezzelfo. Ranu, congedatosi da Teclis, e ricevute da lui le stesse informazioni sul Globo di Ossidiana che Cuore di Tenebra ha fornito a Bazhrak, parte anch'egli e si mette sulle tracce dell'artefatto.
Cuore di Tenebra raduna la fratellanza in una notte oscura, e incontra i sette membri rimanenti della stessa: Lama di Tenebra (Elfo Oscuro), Snikch (Skaven del Clan Eshin), Vespero (Mercenario), Caleb d'Anguille (Vampiro Drago Sanguinario), Taghrek il Macellaio (Imperiale), Shoi Chiin (Ninja Cataiano), Nazir al Shradi'ek (Predone Arabo). Oscuri accordi vengono stretti, e Cuore di Tenebra si congeda proseguendo la ricerca.
Lythande intanto guarisce, e viene a sapere da Teclis che Azargoth è partito. Veranion è molto preoccupato, e chiede ad Hagran di divinare dove egli possa essere andato. Intanto Teclis assegna un gruppo di Maestri di Spada altamente addestrati comandati dall'Alto Elfo Yriandon (amico d'infanzia di Veranion) affinché li aiutino nelle spedizioni di ricerca che verranno.
Azargoth trova infine Cuore di Tenebra, nei pressi di un antico cimitero tileano. Il mezzelfo lo schernisce nuovamente per la sua codardia, ma il ragazzo non ci sta. Inizia un duello che vede Cuore di Tenebra prevalere finché Azargoth non perde totalmente il controllo a causa dell'ira e scatena involontariamente il massimo potere del fuoco, incendiando il vecchio cimitero e costringendo Cuore di Tenebra a fuggire dalle fiamme altissime, che intaccano Azargoth stesso, bruciandolo, in preda alla sua ira inestinguibile. Hagran interrompe la meditazione avendo percepito che qualcosa di grave è accaduto e si precipita sul luogo con uno dei suoi vortici. Trova Azargoth con orribili ferite da scottatura e un Cuore di Tenebra perfino un po' scosso per lo spettacolo pirotecnico scatenato dal giovane. Hagran recupera Azargoth per portarlo alle cure di Teclis nella Torre di Hoeth mentre Cuore di Tenebra se ne va.
Intanto Gorthorok mette a ferro e fuoco con le sue orde intere porzioni di vecchio mondo, secondo i piani di diversivo di Bazhrak il Crudele.
Snikch, il Maestro Assassino Skaven, è intanto sulle tracce di Ranu, con l'intenzione di ucciderlo.
Azargoth viene riportato in gravissime condizioni da Hagran, e Teclis si mette subito in opera per tentare di salvare la vita del giovane, mentre anche le ferite dello zio, non accennano a guarire. Veranion capisce che è il momento di agire, e manda Lythande, che si è ripresa in pieno e si è addestrata con il Sommo Teclis stesso, sulle tracce di Cuore di Tenebra e del Globo d'Ossidiana, mentre egli, Hagran, Yriandon e i suoi Maestri di Spada accorreranno ad aiutare l'Impero contro le orde sterminate di Gorthorok.
Snikch trova infine Ranu, e scatenano una lotta senza eguali, ma il Tessincantesimi, ricorrendo ai suoi pieni poteri, riesce a sfuggire al potente assassino Skaven.
Cuore di Tenebra viene informato da una nota di Kemmler che il manufatto si trova nella cripta di uno dei più potenti Vampiri Strigoi del vecchio mondo. Si imbatte in Lythande mentre cerca di intrufolarsi nella cripta. I due hanno una breve conversazione, ma vengono attaccati dalle forze Ghoul del Vampiro. Cuore di Tenebra le salva la vita da un colpo letale di un Ghoul e i due vengono messi alla fuga da un potente Varghulf evocato dallo Strigoi. Lythande e Cuore di Tenebra si mettono in salvo all'interno di un'area di rovine, dove risulterà più difficile scovarli per il Varghulf. Lythande si accorge che c'è un lato buono in Cuore di Tenebra, e osservandolo bene si accorge di essere innamorata di lui, nonostante tutto. Ormai il mezzelfo ha il Varghulf che, come un segugio, sta seguendo il suo odore e non avrà pace finché lui o la preda non saranno morti. Il mezzelfo scappa, dicendo a Lythande di allontanarsi, ma lei non vuole lasciarlo da solo nella lotta.
Dopo estremi sforzi, le truppe dell'Impero aiutate dai maghi e dai Maestri di Spada riescono a fermare l'orda bestiale di Gorthorok.
Intanto, Cuore di Tenebra attira il Varghulf in uno stresso canale roccioso dove ingaggia una lotta contro il mostro vampirico. Richiama tutto il potere dell'Ombra a sua disposizione e dopo una dura lotta riesce a ucciderlo. Lythande dichiara apertamente il suo amore verso di lui, ma lui si rifiuta e le dice di andarsene e di non seguirlo. Siccome lo Strigoi ed il suo prezioso artefatto sono scappati dalla cripta, si mette ad inseguirli, con Lythande alle calcagna.
Azargoth sta un po' meglio, dopo le cure di Teclis, ma riceve la notizia che lo zio è morto in seguito alle ferite subite e cade in preda ad una grossa depressione. Nel mentre, Veranion torna, comunicando che le armate di Gorthorok sono sconfitte, ma a caro prezzo: Yriandon e Hagran sono morti nella battaglia.
Sempre sulle tracce dello Strigoi, Lythande intercetta Cuore di Tenebra in una locanda, mentre si riposa. Gli ripete ancora di amarlo, ma il mezzelfo questa volta non la scaccia. Lythande entra nella stanza e si siede sul letto accanto al lui e alla fine Cuore di Tenebra cede. I due hanno un'intensa notte d'amore nella locanda.
Le forze in campo sono ormai frammentate: un Avatar per parte è morto, gli emissari di entrambe le fazioni incaricati di trovare il Globo si sono scoperti amanti, Azargoth e Gorthorok sono entrambi sfiniti e provati dalle sconfitte. Ranu appare in sogno a Veranion, comunicandogli che è stato quasi assassinato. Scena finale: i funerali di Hagran e Yriandon.

Fine del Libro II


LIBRO III

Veranion è preoccupato per la mancanza di notizie da Lythande: sono passati ormai diversi mesi senza notizie, e teme il peggio, anche se è certo che se le fosse successo qualcosa e Cuore di Tenebra avesse recuperato il Globo lo sarebbero venuti a sapere. Patisce molto la mancanza degli amici Hagran e Yriandon, e senza nemmeno Lythande si concentra sull'addestramento di un ritrovato Azargoth, deciso dello spirito quanto segnato nel corpo.
Intanto, Lythande e Cuore di Tenebra, ormai amanti ed entrambi traditori delle proprie fazioni, cercano protezione presso alcuni membri della Fratellanza degli Assassini. Qui, dove Lythande comunica al mezzelfo di essere incinta, vengono raggiunti da un personaggio avvolto in un mantello da viaggio, che risulta essere Hanuriel, il fratello di Cuore di Tenebra, che lui riteneva morto. I due, non senza qualche esitazione, si riabbracciano. Hanuriel spiega di essere un assassino mercenario, e che è stato contattato da Vespero pensando che potesse trovare una vecchia conoscenza. Lythande e Cuore di Tenebra lo mettono al corrente, fidandosi di lui, e lui si unisce alla loro "fazione".
Bazhrak il Crudele, ormai in preda ad una furia cieca, comprendendo infine il tradimento di Cuore di Tenebra, ordina a Kemmler, nominato comandante delle forze malvagie, di iniziare un'evocazione di massa per invadere Ulthuan e cercare di distruggere gli ultimi Avatar. Vaste schiere di Nani del Caos si aggiungono a quelle dei nonmorti di Kemmler, come anche un'ultima, anche se più esigua, forza di Uominibestia capitanata da Gorthorok . Dell'uccidere Cuore di Tenebra e Lythande decide di occuparsi egli stesso.
Cuore di Tenebra, Hanuriel, Lythande, Shoi Chiin e Nazir partono con lo scopo precedente di trovare il Globo, in modo tale da usarlo per porre fine alla pazzia di Bazhrak.
Azargoth intanto padroneggia finalmente appieno l'arte del fuoco, riuscendo ad evocare un famiglio della fiamma. Assieme a Veranion parte, per far luce sulla faccenda.
Il Quintetto dell'Alba, come si sono soprannominati Cuore di Tenebra e gli altri, proseguono il viaggio tra diverse peripezie, trovando infine il Globo e il padrone, l'antichissimo Vampiro Lord Strigoi già incontrato da Lythande e Cuore di Tenebra. Egli, nella sua onnisciente follia, li avverte, comunicando che il bambino che Lythande porta in grembo sarà un essere di eccezionale potenza, in quanto nato dall'unione di due Avatar contrapposti, evento rarissimo verificatosi solo in un'altra occasione: i genitori di quello che sarebbe diventato Nagash il Nero. Per questo motivo, decide di non fornire volontariamente il Globo e li ingaggia. Uccide Nazir e ferisce Lythande e Hanuriel. Cuore di Tenebra allora da pieno sfogo ai puoi poteri, trasformandosi in un vero e proprio Avatar dell'Ombra, e distrugge lo Strigoi assorbendone l'essenza. Il Globo passa finalmente tra le loro mani.
Ma trova all'uscita della grotta una brutta sorpresa: un'intera pattuglia di Nani del Caos, giunti ad ucciderli. Cuore di Tenebra chiede ad Hanuriel di portare in salvo Lythande, ed il fratello obbedisce. Cuore di Tenebra e Shoi Chiin combattono senza speranza contro i Nani del Caos, uccidendone molteplici prima che il Cataiano si sacrifichi lasciando esplodere una bomba posizionata sul suo corpo mentre si lancia tra i Nani del Caos in un attacco suicida, in modo che il mezzelfo possa scappare.
Veranion e Azargoth trovano Gorthorok e il suo branco, e li ingaggiano con l'intenzione di ucciderlo. Dopo aver messo in fuga con il fuoco le bestie richiamate dal Centigor, Azargoth brucia letteralmente l'ambiente circostante, compreso Gorthorok, distrutto a forza di dardi di fuoco dal mago imperiale. Azargoth viene lodato da Veranion per i progressi fatti.
Cuore di Tenebra raggiunge Hanuriel e Lythande nel loro rifugio. Lui e la ragazza discutono a lungo di ciò che loro figlio possa realmente essere, e decidono di correre il rischio: poche settimane dopo il bambino nasce. Poco tempo dopo, quasi casualmente, Lythande si imbatte in Veranion e gli spiega tutto quanto. L'Alto Elfo è incredulo a quanto e successo, ma le crede quando dice che Cuore di Tenebra è cambiato, e che voglia fermare la pazzia di Bazhrak nell'assorbire il potere di tutti gli Avatar. Lythande gli comunica anche di suo figlio, e Veranion chiede di essere subito portato a vederlo, che si tratta di un evento di una rarità impressionante. Quando lei si presenta al covo, Cuore di Tenebra non è felice di vedere Veranion e per un istante dubita della lealtà della sua amata. L'Alto Elfo però spiega subito di voler solo controllare le capacità del nascituro e il mezzelfo si placa. Sbalordito, Veranion constata che le potenzialità magiche del neonato sono due volte superiori a quelle del Sommo Teclis: è proprio l'erede di Nagash, come abilità. Incaricandosi personalmente del fatto di convincere Azargoth, su insistenza di Lythande, che sa che il giovane era innamorato di lei soffrirebbe molto nel vederla con Cuore di Tenebra, Veranion promette un'alleanza tra loro per sconfiggere Bazhrak.
Le armate di Zharr Naggrund si stanno ampliando sempre di più, e ormai Kemmler ha scatenato in pieno i propri poteri negromantici, diventando anche esso un vero e proprio Avatar della Nonmorte. Veranion incontra Teclis, Ranu e Azargoth e spiega loro le circostanze. Ci vuole tutta la saggezza e la dialettica dei tre maghi Elfi per calmare il focoso giovane mago dall'andare a distruggere Cuore di Tenebra e Lythande, specie dopo aver appreso che i due hanno ora anche un figlio, ma alla fine accetta di mettersi a disposizione a patto di non dover lavorare con loro.
Hanuriel e Cuore di Tenebra, sapendo il vantaggio che potrebbero trarne, si recano ad un antico e deserto santuario di Tzeentch, lo stesso nel quale il loro padre usava adorare il Dio del Cambiamento. Cuore di Tenebra implora il dio del Caos, affinché lo sostenga nella dura battaglia contro Bazhrak. Tzeentch in risposta gli ricorda che lo ripudiò quando era un ragazzo, non accettando la benedizione di Tzeentch. Il tempio viene invaso da innumerevole demoni minori di Tzeentch, e i due fratelli combattono coraggiosamente. Cuore di Tenebra si trasforma di nuovo nell'Avatar dell'Ombra e, grazia anche all'aiuto del fratello, riesce a rispedire i demoni nel warp. Tzeentch, soddisfatto, dichiara che forse ci sarà un giorno favorevole per il mezzelfo. Non completamente sicuri di aver ottenuto qualcosa, i due fratelli lasciano illesi il tempio.
Teclis intanto riunisce l'alleanza, alla cui riunione partecipa anche Lythande con il piccolo Erthas. Il saggio mago rivela che la forza di Bazhrak è decuplicata, sicché ha percepito che è riuscito ad assorbire le energie magiche di tutti e tre gli Avatar deceduti sino a quel momento. Suggerisce che l'alleanza si ritrovi nei pressi della Piana delle Ossa, ad est dei confini del mondo, in modo da intercettare le armate nemiche: lì si svolgerà la battaglia. Teclis fornisce a Veranion quanti più maghi e Maestri di Spada in suo potere, Ranu promette di tornare ad Athel Loren e di portare con se chi fosse riuscito a trovare. Il consiglio si da appuntamento alla Piana delle Ossa. Prima di lasciarli, Teclis intrattiene Lythande, chiedendo di poter vedere il bambino: le conferma che ha poteri magici che potrebbero surclassare i suoi stessi, e le chiede se preferisce che rimanga al sicuro ad Ulthuan, sotto la sua stessa protezione. La ragazza, provata, lo ringrazia, e gli chiede di accudirlo e addestrarlo, specie se lei e Cuore di Tenebra non ce la facessero.
BATTAGLIA DELLA PIANA DELLE OSSA
Una vastissima landa stepposa, costeggiata da radi boschi e punteggiata di innumerevoli carcasse di ogni uomo o animale. Le armate di Zharr Naggrund includono schiere di Nani del Caos, oltre ad una intera unità di colossi metallici evocati da Bazhrak, il quale si è trasformato in un Avatar del Metallo e ora torreggia sulle sue schiere. Kemmler, anche egli nella sua forma definitiva, conduce infinite armate di Nonmorti, rafforzate continuamente dalle carcasse del posto. Krell, il suo generale, guida gli infiniti scheletri e ghoul.
in inferiorità numerica schiacciante, le forze dell'Alleanza presentano 500 Maestri di Spada e 5 Maghi inviati da Teclis, capitanati da Veranion. Azargoth ha chiesto ed ottenuto che un reggimento di guardie Teutogene si unisca alla battaglia, in onore di suo zio Kyrub Vaard. Ranu guida una piccola forza di Guardie delle Radure e Cavalieri delle Radure. Lythande, Cuore di Tenebra e Hanuriel hanno il durissimo compito di provare ad uccidere Kemmler (in modo da disgregare l'armata nonmorta) e Bazhrak il Crudele stesso, il cui obiettivo è il Globo, in possesso di Cuore di Tenebra.
- Cuore di Tenebra cede il globo a Veranion, che si mette in difesa, attirando le forze su di se e sui suoi guerrieri. Veranion da infine fondo ai suoi poteri diventando un Avatar dell'Alta Magia, scatenando forze magiche che vanificano buona parte delle stregonerie di Bazhrak e Kemmler: l'Alto Avatar, padrone della più potente magia, si dimostra un avversario coriaceo per le forze del Male.
- Cuore di Tenebra, Lythande e Hanuriel, supportati da Ranu e dai suoi Elfi Silvani, ingaggiano un duello con Krell, Kemmler e le decine e decine di Guardie dei Tumuli evocate da quest'ultimo. Lythande, si illumina di sacro potere e irradia una luce che acceca i Nonmorti. Kemmler cerca di ucciderla colpendola con dardi di Necromanzia, ma i due mezzelfi compaiono a poca distanza. Cuore di Tenebra, trasformatosi in Avatar dell'Ombra, gioca con le ombre celando, teletrasportando e facendo apparire e scomparire il fratello e lui stesso. Distrugge Krell, mentre Hanuriel riesce a colpire con un coltello lanciato Kemmler alla gamba, azzoppando in Necromante. I due sono circondati dalle Guardie dei Tumuli, ma Lythande salva i fratelli sciogliendo i nonmorti con un incantesimo di luce. Cuore di Tenebra uccide Kemmler.
- Veranion si difende strenuamente e i suoi Maestri di Spada combattono con valore. Alla fine, Bazhrak il Crudele stesso ingaggia un duello con Veranion, scatenando energie potentissime da entrambe le parti.
- Snikch, che come tutti gli assassini è rimasto fedele a Cuore di Tenebra, apparendo dal nulla, uccide il luogotenente delle armate di Bazhrak, minando la linea di comando (con il Sommo Stregone impegnato nel duello con Veranion). Azargoth, a capo di 400 Guardie Teutogene, piomba sul fianco della formazione dei Nani del Caos, seminando distruzione.
- Bazhrak, dando sfogo ai suoi pieni poteri, colpisce Veranion con un dardo di metallo, trafiggendolo. Avendolo sconfitto, riesce a prendere infine il Globo di Ossidiana per incatenare a sè le forze magiche. Lythande, Cuore di Tenebra e Hanuriel non possono perdere altro tempo. Ingaggiano il Nano del Caos, in forma di Avatar. Segue una lotta durissima, in cui Hanuriel viene ferito. A questo punto, Lythande si ricorda delle parole di Teclis "Chiunque possieda il Globo non verrà toccato dalle sue energie, ma un volta che si attingerà al suo potere, esso ti riterrà degno. Ma se il portatore verrà privato del Globo, questo prosciugherà ogni energia dal precedente proprietario". Questo è l'unica possibilità di sconfiggere Bazhrak.
Cuore di Tenebra, salutando Lythande - che cerca vanamente di fermarlo - decide di fornire un diversivo ingaggiando a breve distanza Bazhrak, per lasciare a lei il tempo di prendere il Globo che il Nano del Caos stringe in mano. Cuore di Tenebra si trasforma in Avatar l'ultima volta, combattendo valorosissimamente contro Bazhrak e mettendolo anche in difficoltà, ma Bazhrak lo batte e lo trafigge al petto con un dardo di oro puro. Lythande, proprio in quel momento si sente paralizzata, ma ode il flebile incoraggiamento di Veranion, anche egli ferito gravemente poco distante. Approfittando della distrazione di Bazhrak, lo accieca con un lampo di luce, e avvicinatasi afferra dalle mani del Nano del Caos il Globo. Come previsto, Bazhrak viene prosciugato dalle energie del Globo, ma questo sono eccessive perfino per il piccolo oggetto, che - sovraccarico - esplode.
Lythande corre da Cuore di Tenebra, in tempo per udire - in lacrime - le ultime parole del mezzelfo. Cuore di Tenebra muore.
Vinta la battaglia, Ranu e Azargoth organizzano il trasferimento dei feriti presso la Torre di Hoeth, ma ci aveva già pensato Teclis, che li teletrasporta magicamente a Ulthuan. Veranion viene curato da Teclis. Lythande è inconsolabile per la morte di Cuore di Tenebra, ma Teclis e Azargoth le parlano, e il ragazzo le ricorda che c'è ancora suo figlio. I funerali di Cuore di Tenebra hanno luogo pubblicamente, come quelli di un Eroe.
Teclis rendendo omaggio al mezzelfo si dice fiducioso che grazie al valore di personaggi come Lythande, Cuore di Tenebra e Veranion i tempi duri siano finalmente conclusi e che il futuro è in ottime mani (indicando Lythande con in braccio il figlio).

Fine... ::D_old:
A breve presenterò un'analisi dei personaggi, per comprendere meglio le loro sfumature.
Image ImageImage
I Nani non possono andare in spiaggia perchè se gli girano le balle gli va la sabbia negli occhi.
"Ammazza quanto si bbrutta!" "Ammazza quanto si 'mbriaco!" "Si ma a me domani me passa!"
Do YOU hear voices too?! Join the Club "I Hear Voices And I'm Proud" and get the member card! Only this month!!
Image


User avatar
MaoDantes
Unstoppable Wargamer
Posts: 1753
Joined: 2 Sep 2009, 12:32
Location: Augusta Taurinorum

Re: Avatars of Magic - Trama completa

Post by MaoDantes » 22 Jun 2012, 18:48

ricordo con piacere il tuo racconto e prometto di leggere e commentarti anche qui... ma solo dopo aver finito le ultime 500 pagine di "A dance with dragons" , spero tu non ti offenderai se il desiderio di terminare la mia saga preferita ha la precedenza, vero? :hai:
RUNNING to finish this one MODELLING + PAINTING challenge http://www.wargamesforum.it/pittura-mod ... tml#p33719

I miei lentissimi progetti in ordine di "vecchiaia"
O&G --> http://www.wargamesforum.it/pittura-mod ... runtaglick
Nani Abyssali --> http://www.wargamesforum.it/pittura-mod ... lit=abisso
Hellfathers and rebels --> http://www.wargamesforum.it/warpath-f15 ... t3506.html

User avatar
Lord_Anyrion
Power Wargamer
Posts: 863
Joined: 3 Nov 2009, 21:24
Location: Lugano (SUI)/Torino (ITA)

Re: Avatars of Magic - Trama completa

Post by Lord_Anyrion » 23 Jun 2012, 16:28

Ho una decina di anni di tempo :lol: ... fai pure con comodo. Puoi pure aspettare il seguito di DoD, se vuoi!
Chiunque voglia esprimersi sarà il benvenuto. :clap:
Image ImageImage
I Nani non possono andare in spiaggia perchè se gli girano le balle gli va la sabbia negli occhi.
"Ammazza quanto si bbrutta!" "Ammazza quanto si 'mbriaco!" "Si ma a me domani me passa!"
Do YOU hear voices too?! Join the Club "I Hear Voices And I'm Proud" and get the member card! Only this month!!
Image

Post Reply

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest